Veli Peltokallio

Veli-Pekka Peltokallio inizia a studiare danza all’ età di 17 anni presso la Scuola del Balletto Nazionale Finlandese. Dopo tre anni di studi viene assunto dalla compagnia assumendo ruoli solistici e lavorando personalmente con coreograrfi quali Heinz Spoerli, Rudi van Danzig e Mats Ek.

L’incontro con Mats Ek lo porta al Cullberg Ballet , dove balla dal 1984 al 2003.

Con il Cullberg Ballet va in tounee in 30 paesi nei 5 continenti, balla ruoli importanti nel repertorio Mats Ek: Hilarion in ‘Giselle’ ,Don Jose in ‘Carmen’, Rotbart in ‘ Lago dei Cigni’ e il passo a due Grass, che lo vede anche ospite nella stagione 1990 di Arena di Verona.
Incontri importanti sono stati quelli con i coreografi Ohad Naharin, Jiri Kylian, Nacho Duato, Carolyn Carlson, Cristopher Bruce e Stijn Celis.
Dal 1997 rimonta balletti di Mats Ek in diverse compagnie quali l’ Opera di Parigi, Royal Ballet di Londra, Nederlands Dans Teater , Opera di Monaco, Opera di Lione e altri.
Nel 2012 è assistente di Mats Ek al suo primo incontro con il Bolshoi Ballet di Mosca.
Dal 2003 vive a Torino, dove ha ballato ‘Couple of moments’ di Johan Inger e ha recitato il ruolo di Re Duncan , al Teatro Stabile di Torino nel Macbeth di Shakespeare , regia di Walter Malosti.
Attualmente insegna come maitre di danza classica presso Ekodance International Project e come ospite per la Compagnia BTT.

ALBERTO MORINO

Nasce a Torino nel 1968. Inizia gli studi professionali di danza classica presso l’Accademia Regionale del Teatro Nuovo di Torino sotto la direzione di Marika Besobrasova, la quale , per sostenere gli esami di ammisione ai corsi successivi, lo porta all’Accademie de Danse Classique Princesse Grace di Montecarlo.
Successivamente prosegue la sua formazione artistica in Germania presso la scuola di balletto Die John Cranko-Shule di Stoccarda, dove si diploma nel 1989.

Appena diplomato entra subito a far aprte del Balletto dell’Opera di Zurigo dove ha l’opportunità di conoscere il lavoro di Uwe Scholz, uno dei coreografi più in vista della danza europea e dove partecipa a numerose produzioni tra le quali si distingue come solista in Wagner, Sogno di una notte di mezz’estate, Die Schopfung ( La creazione ).
In cerca di nuove eserienze approda in francia ai Balletti di Montecarlo e con la prestigiosa compagnia danza un repertorio vasto e diversificato che spazia dai Balletti Russi di Diaghilev a Balnchine, sino a toccare i più noti coreografi contemporanei.
Su invito di Eric Vuan raggiunge il Balletto del Gran Teatro di Bordeaux con il quale partecipa ad una tournèe di due mesi negli Stati Uniti, danzando il repertorio di paolo Bortoluzzi.
Durante un breve rientro in Italia ha l’occasione di collaborare con l’Aterballetto di Reggio Emilia diretto da Amedeo Amodio e con Maggiodanza, corpo di ballo del Maggio Musicale fiorentino, nella creazione di Karol Armitage The predator’s Ball.
Decisivo per la sua carriera è l’incontro con il coreografo finlandese Jorma Uotinen che lo porta nel 1996 al Balletto nazionale Finlandese e lo sceglie come protagonista in numerose sue creazioni.
Fra le coreografie di spicco di Uotinen, Morino si rivela interprete d’eccezione soprattutto nel pezzo per sette danzatori uomini Ballet Pathetique di cui diventa interprete fisso in numerose tournèes, e in Petruska , nel ruolo stesso del protagonista, interpretazione particolramente apprezzata anche dalla critica: “[ … ] porta alla luce ogni particolare e ogni sfumatura del movimento con estrema precisione e come nessun altro interprete prima”. Così scrive di lui Auli Rasanen, critica di danza, sul quotidiano più diffuso in Finlandia.
Grazie all’esperienza finlandese diventa un ballerino versatile capace di affrontare tutti gli stili di danza. Parallelamente al repertorio contemporaneo di Jorma Uotinen danza , con la compagniad i Helsinki, innumerevoli lavori di coreografi ospiti.
Si esibisce nei più gradni balletti del repertorio classico : La Sylphide di Pierre Lacotte ( passo a due degli scozzesi ), Il Lago dei Cigni di Vladimir Bourmeister, LoSchiaccianoci di Rudolf Nureyev, Don Chisciotte di Patrice Bart, Giselle di Sylvie Guillem, La Bella Addormentata di Rudolf Nureyev, La Bayadere di Natalia Makarova, Onegin di John Cranko, La Cenerentola di Ben Stevenson, Raymonda di Anna-Marie Holmes, Il Lago dei Cigni di Rudi van Dantzig, Romeo e Giulietta di John Cranko ( ruolo di Mercuzio ).
Danza il repertorio neoclassico di noti coreografi quali Nacho Duato, Jiri Kyliàn, William Forsythe, Heinz Spoerli. Nel 2000 al termine della rappresentazione di un Sogno di una notte di mezza estate ( Heinz Spoerli ) riceve il Premio per la danza Philip Morris per l’interpretazione di Demetrius.
Partecipa a produzioni di giovani coreografi emergenti rivelatesi in seguito di successo fra cui R&J di Marilena Fontoura, ripresa anche dalla televisione nazionale finlandeseTV1 nel 2003.
Tra le più recenti esibizioni è da menzionare la nuova creazione di Patrice Bart Ciajkovskij , biografia del grande compositore russo, presentata in prima assoluta mondiale all’Opera Nazionale Finlandese il 29 Aprile 2005. Alberto Morino danza come solista il ruolo di Nikolai ( fratello di Ciajkovskij ) e nel pas de trois della danza francese del secondo atto.
Ritiratosi dalla scene nel 2012 si dedica all’insegnamento di giovani ballerini utilizzando un metodo particolare che stimola il danzatore attraverso l’applicazione dei principi base dello yoga alla danza per migliroare attraverso il respiro e la consapevolezza il movimento e la precisione tecnica e artistica. Dal 2013 collabora con Ekodance International Project, diretto da Pompea Santoro, come docente stabile.

Cosimo Santoro

Si diploma brillantemente in pianoforte presso il Conservatorio G. Verdi di Torino nel 1993 e frequenta corsi di perfezionamento tra i quali quello all’Accademia Ducale di Genova con il maestro Boris Petrushansky.
E’ stato premiato in concorsi pianistici come l’A.GI.MUS.di Tortona ed il concorso europeo di Ostuni. Ha al suo attivo concerti solistici per diverse rassegne musicali quali “Piemonte in musica” e “Piemonte danza musica teatro”. Si esibisce in diversi teatri della regione, tra gli altri il Teatro Alfieri di Torino.

Dal 1995 ad oggi svolge attività di pianista accompagnatore presso la Fondazione Teatro Nuovo per la danza di Torino.
E’ impegnato in vari stage e Festival di danza in qualità di pianista accompagnatore, tra i quali: Vignanle, Desenzano, Moncalvo, Salsomaggiore, Civitanova Marche, Pinerolo, Acquiterme ecc…

Dal 2009 al 2014 è stato il Pianista accompagnatore della Compagnia “Balletto Teatri di Torino/Loredana Furno e dal 2012 dell’EkoDance International Project.

Nelle lezioni di danza accompagna Docenti di fama Internazionale, tra i quali: Frederic Olivieri (Dir. Accademia alla Scala), Cynthia Harvey (Direttrice dell’Accademia J.K. Onassis Abt, New York), Monique Loudieres (Etoile Opera Di Parigi), Igal Perry (Direttore Peridance) Michele Rhan (Accademia Princesse Grace), Elisabetta Terabust (Etoile Internazionale) Ramona De Saaa (Direttrice Accademia Havana Cuba) Vladimir Derevianko ecc….